.

.
Tutte le ricette, se non altrimenti specificato, sono per 4 persone

lunedì 26 gennaio 2015

Frittata finger food con pancetta e cime di rapa



Un'idea semplicissima ma molto molto sfiziosa e saporita per un antipasto caldo, oppure per un secondo!
Poco costoso, abbastanza versatile, infatti le cime di rapa possono essere sostituite da qualsiasi altra verdura, preferibilmente di stagione!! Provateci!!

FRITTATA FINGER FOOD CON PANCETTA E CIME DI RAPA

INGREDIENTI:
4 uova - 50 ml di panna fresca - un cucchiaio di farina - sale - pepe - un mazzetto di cime di rapa (circa 150 gr) - uno spicchio d'aglio - olio extravergine - 8 fette di pancetta affumicata - burro per ungere lo stampo

PREPARAZIONE:
Lavate le cime di rapa e sbollentatele per tre minuti in acqua leggermente salata. Ripassatele in padella con olio extravergine e aglio. Fatele raffreddare e poi tagliatele finemente.
accendete il forno a 180 gradi.
In una ciotola sbattete le uova, unite la farina setacciata, la panna, sale e pepe, sbattete brevemente e aggiungete le cime di rapa.
Foderate il bordo di 8 impronte imburrate in uno stampo da muffin con la pancetta, dividete il composto di uova negli stampini e infornate per circa 15 minuti.


Buona settimana!!!

mercoledì 21 gennaio 2015

Canederli al cavolo nero e pecorino con prosciutto croccante


Come promesso ecco i secondi canederli del mio bis per pranzo di compleanno di mio nonno.
Decisamente più saporiti dei primi!!
Una delle verdure di stagione più buona secondo me è il cavolo nero, che però non trovo spesso, ma stavolta sono stata fortunata. Croccante e deciso, si può affettare e aggiungere alle insalate anche crudo, oppure cuocere.
In questo caso ho optato per una cottura in poca acqua leggermente salata che poi non ho buttato ma ho aggiunto al brodo.
Per insaporire i miei canederli non ho usato sale ma un buon Pecorino e una spolverata di pepe bianco, la sapidità del piatto viene comunque completata dal prosciutto croccante usato come condimento.



Anche in questo caso ho seguito la ricetta di Monica per quello che concerne le dosi di pane, latte e uova, giocando un po' con gli altri ingredienti!


CANEDERLI AL CAVOLO NERO E PECORINO CON PROSCIUTTO CROCCANTE

INGREDIENTI:
150 gr di pane raffermo a cubetti - 100 ml di latte - un uovo - 150 gr di cavolo nero al netto degli scarti - 40 gr di Pecorino Toscano DOP stagionato - un cucchiaio raso di farina - 5 fette di Prosciutto crudo - pepe bianco - pane grattugiato se serve - 30-40 ml di vino rosso corposo
per il brodo: 2 lt d'acqua - tre piccole carote - un porro - un pezzo di zucca gialla - due spicchi d'aglio - pepe rosa - due coste di sedano comprese le foglie

Pentola Le Creuset

PREPARAZIONE:
Preparate il brodo vegetale, facendolo cuocere per un'oretta e mezza, eliminate le verdure e filtratelo.
Lavate le foglie di cavolo ed eliminate le parti più coriacee e le nervature più grosse.
Lessatelo poi, tagliato a pezzi, in poca acqua bollente leggermente salata per 5 minuti. Scolatelo, lasciatelo raffreddare e poi tritatelo a coltello. L'acqua di cottura potrete aggiungerla al brodo.
In una ciotola capiente mettete il pane tagliato a cubetti piccoli. Sbattete in un contenitore l'uovo e unite il latte. Versatelo poi sul pane. Mescolate e fate riposare per una mezz'ora.
Unite al pane il cavolo nero, una spolverata di pepe e il Pecorino grattugiato o tagliato a dadini piccolissimi e la farina e amalgamate tutti gli ingredienti, schiacciando con le mani, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Inumiditevi le mani e formate 8 canederli, aggiungendo poco pane grattugiato se occorre.
Tagliate il prosciutto a striscioline e poi a pezzetti grossolani e fatelo rosolare in padella con una sfumata di vino rosso, fino a renderlo bello croccante.
Lessate i canederli per 5 minuti nel brodo che sobbolle, scolateli e serviteli subito con il prosciutto croccante.


Questa è la mia terza e credo ultima proposta per Mtc di gennaio, anche se mi piacerebbe provarli, ovviamente fuori gara, in versione dolce!!



domenica 18 gennaio 2015

Canederli d'ispirazione romagnola


Ormai ci ho preso gusto!! La domenica Canederli!
In più in questa occasione si festeggiavano anche gli 80 anni del mio nonno, quindi un bel bis di primi ci stava!!

Sarà che per preparare i canederli c'è proprio da usare le mani, io mi diverto davvero un mondo!!
Per i primi del mio bis mi sono ispirata ad alcuni dei sapori di Romagna...le erbette, lo scalogno, e poi quel poco di Squacquerone rimasto dalla cena a base di piadina di ieri sera.
Ho seguito sempre le indicazioni e le dosi di Monica, ho strizzato bene le verdure lessate, per non correre il rischio di aggiungere liquidi che avrebbero potuto rovinare i canederli in cottura e anche questa volta non ho avuto problemi.



Le bietole o erbette come le chiamano qui, hanno un sapore delicato che si sposa bene con lo Squacquerone, che io amo particolarmente, anch'esso dolce ma con una punta acidula.
Per questi canederli ho preferito ottenere una consistenza più omogenea, visto che dovevano custodire un cuore di formaggio morbido, e ho quindi preferito passare tutto il composto di pane e gli altri ingredienti al mixer, lasciando solo qualche pezzetto di pane un po' più grosso.
I miei nonni li hanno mangiati in brodo e sono ottimi, ma per noi ho optato per una salsa di Scalogno, dal profumo intenso e dal sapore agrodolce...



CANEDERLI D'ISPIRAZIONE ROMAGNOLA

INGREDIENTI (x8 pz):
150 gr di pane raffermo a cubetti - 1 uovo - 100 ml di latte - 20 gr di Parmigiano Reggiano - pepe nero - 150 gr di erbette - 40 gr di Squacquerone - un cucchiaio di farina - pane grattugiato q.b.
per la salsa: 150 gr di Scalogno di Romagna al netto degli scarti - mezzo bicchiere di Sangiovese - olio extravergine - un cucchiaio di zucchero di canna - un pizzico di sale
per il brodo: 1,5 lt d'acqua - una costa di sedano - una carota - due foglie di bietola - una cipolla - pepe rosa - una crosta di Parmigiano



PREPARAZIONE:
Preparate il brodo vegetale, poi eliminate le verdure e filtratelo.
Lessate le erbette in poca acqua leggermente salata, scolatele e lasciatele raffreddare. Strizzatele bene e frullatele.
In una ciotola capiente mettete il pane tagliato a cubetti piccoli. Sbattete in un contenitore l'uovo e unite il latte che verserete poi sul pane. Mescolate e fate riposare per una mezz'ora.
Unite al pane le erbette, una spolverata di pepe e il Parmigiano grattugiato e la farina, poi passate il tutto al mixer.
Inumiditevi le mani e formate 8 canederli, aggiungendo poco pane grattugiato se occorre. Schiacciateli sulla mano e mettete al centro un cucchiaino di Squacquerone, poi ricomponete la pallina, chiudendo bene il formaggio all'interno.
Pulite gli scalogni e tagliateli finemente. In una pentola fate scaldare 3-4 cucchiai di olio, unite lo scalogno e poco sale e lasciate rosolare, sfumate col vino, aggiungete lo zucchero, coprite, abbassate la fiamma e fate cuocere, aggiungendo un po' di vino se si dovesse asciugare troppo. Quando lo scalogno sarà bello tenero spegnete.
Passate lo scalogno con il frullatore ad immersione, tenendone un quarto da parte per decorare i canederli.
Lessate i canederli nel brodo bollente per 5 minuti, poi serviteli asciutti sulla crema di scalogno e decorate con fili di scalogno e un filo d'olio.


Fra qualche giorno vi faccio vedere anche gli altri che ho preparato sempre per il pranzo di compleanno.

Con questa ricetta partecipo a Mtc di gennaio