.

.

mercoledì 6 aprile 2011

Vellutata agli Asparagi con Capesante


Buona sera a tutti....questa settimana purtroppo non sono per niente in forma....anzi sono proprio ammalata...febbre e disturbi vari....mi sento uno straccio! Spero di riprendermi in tempo visto che il prossimo week end abbiamo prenotato alle terme, con le mie amiche....ci manca solo che non riesco ad andare....
Vedremo....comunque vi voglio parlare dello scorso fine settimana....
Pranzo domenicale finalmente in giardino!!!
....la temperatura era davvero ideale per poter mangiare all'aperto, e così abbiamo fatto... Da un po' di tempo avevo voglia di preparare una vellutata, e ho trovato questa su Giallo Zafferano, ve la riporto fedelmente, visto che non ho apportato modifiche, a parte aver eliminato i crostini e aggiunto le capesante.
E' una vellutata buonissima....da servire tiepida. I tempi di cottura indicati nella ricetta sono perfetti.
(Scusate per le foto, alcune sono un po' sovraesposte, devo prenderci un po' la mano, all'aperto c'è una luce bellissima a cui però non sono molto abituata, visto che casa mia è alquanto buia....)

piatti di Laboratorio Pesaro
INGREDIENTI:
per la vellutata: 800 gr di asparagi puliti - 1 lt di brodo vegetale - 30 gr di burro - erba cipollina q.b. - 2 cucchiai di olio di oliva - 250 ml di panna - 300 gr di patate - pepe bianco macinato a piacere - sale q.b. - 1 scalogno - 200 ml di vino bianco
per le capesante: 4 capesante - 20 gr di burro - sale e pepe q.b. - mezzo bicchiere di vino bianco




PREPARAZIONE:
Pelate le patate, lavatele e riducetele a cubetti piuttosto piccoli. Mondate gli asparagi, lavandoli bene sotto l’acqua corrente in modo da eliminare ogni residuo di terra. Tagliate gli asparagi a piccole rondelle, conservando da parte qualche cima (almeno 6-7 cm dalla punta) che vi servirà per la decorazione della vellutata. Sbucciate lo scalogno e tagliatelo a rondelle sottili, che farete appassire a fuoco moderato in una casseruola capiente insieme all’olio extravergine di oliva e al burro.
Unite gli asparagie fateli soffriggere per 5 minuti, nel frattempo, lessate in poca acqua salata le cime degli asparagi, poi, quando saranno ancora al dente, scolateli e lasciateli in un colino a raffreddare e a perdere l’acqua di cottura. Mescolate delicatamente gli asparagi così che non attacchino al fondo.
Aggiungete le patate a dadini facendo soffriggere anch’esse per altri due minuti e mescolando, sfumate con vino bianco e coprite gli ingredienti con il brodo vegetale ben caldo e fate cuocere per circa 20 minuti a fuoco dolce. Aggiungete la panna e lasciate cuocere per altri 10 minuti, aggiungete anche poco pepe bianco macinato fresco a piacere. Utilizzando un frullatore ad immersione, riducete il composto di in una crema: se la vellutata dovesse risultare troppo densa diluitela con un po’ di brodo vegetale caldo.
Per le capesante, lavatele e affettate la parte bianca, se risulta troppo grossa. Fate sciogliere una noce di burro in una padellina, unite le capesante e fatele rosolare due minuti per lato, aggingete un po' di vino bianco, fate sfumare, salate e pepate e terminate la cottura per pochi minuti.
Dividete la velluta nelle ciotole e sistemate al centro di ognuna una capasanta e le cime degli asparagi come decorazione (io ho aggiunto anche un'altra spolverata di pepe).

A presto....magari anche in condizioni migliori!!

17 commenti:

  1. Riguardati, tra il caldo e freddo è facile,non preoccuparti ti rimetterai in formissima!!
    Complimenti per la zuppa e la presentazione!!
    Un bacione Anna

    RispondiElimina
  2. Cenette romantiche vellutate di asparagi cose alla grandissima!!! Complimenti un piatto invitantissimo, rimettiti presto anche te, ciao.

    RispondiElimina
  3. caspiterina che robina buona!
    :)
    e a me le capesante piacciono tanto!
    baci

    rimettiti presto, ti aspettiamo in forma!

    RispondiElimina
  4. Tiziana mi spiace... ma sai quanta gente c'è con la febbre? si vede che questi cambi di temperatura fregano... buona questa vellutata con capesante, leggera ma elegante e gustosa! baci e rimettiti! Ely

    RispondiElimina
  5. Caspita!!! Ricetta da sballo!!!

    RispondiElimina
  6. In questo periodo è facile prendere qualche malanno, con i primi caldi che invitano ad alleggerirsi e l'aria frizzantina che gioca scherzetti. vedrai che passerà in fretta e per il we sarai in piena forma ;)
    Fantastica la vellutata con le capesante, un piatto da grandi occasioni. Un bacione

    RispondiElimina
  7. Ciao Tiziana, ti auguro di rimetterti prestissimo...sai che ho anche io una vellutata di asparagi e capesante già fatta e da postare??? cambia un poco la preparazione...non avevo mai fatto la vellutata con gli asparagi, ma visto che ora è la stagione giusta, ho voluto provare...buonissima!

    RispondiElimina
  8. Buonissime le vellutate,con gli asparagi non l'ho mai preparato,mi hai dato una bellissima idea!
    Ti auguro una pronta guarigione,ti abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Fantástica! una receta parecida tengo prevista para esta semana, con los espárragos comprados ya! me encanta la que has puesto.
    Baci.

    RispondiElimina
  10. Ti capisco cara Tiziana, proprio ora che fa caldo ci ammaliamo...è successo anche a me il w.e scorso ma è passato infretta. Vedrai che ce la farai ad andare alle terme ;)
    Bellissima questa ricetta, delicata e raffinata. Mi piace molto. Bravissima.
    baci baci

    RispondiElimina
  11. Ciao Tiziana, come stai oggi?? Io un pò meglio...ma devo stare ancora attento ai movimenti che faccio! Questa vellutata.....eccezionale.....e poi presentata così ancora meglio! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  12. CIAO Ti ..,buona la vellutata di asparagi deve essere speciale ..ti propongo ...di aprire un ristorantino con pochi tavoli e menu' settimanale dal giovedì alla domenica dove proporrai i tuoi piattini...., gradevoli all'occhio chissa' al palato. Io avrei un tavolo prenotato ogni venerdì sera.Pensaci....e intanto guarisci così parti e vai alle terme per rigenerarti al top!! non è che ti sei ammalata con tutti i baci che ti mandano i tuoi amici blogger..? mg.

    RispondiElimina
  13. che meraviglia questa vellutata, deliziosa e molto delicata al contempo :)

    RispondiElimina
  14. TRANQUILLA TI RIPRENDERAI
    SUBITO SONO INFLUENZE STAGIONALI
    CHE FORTUNATAMENTE DURANO POCO
    QUESTA VELLUTATA è MOLTO INVITANTE
    IMMAGINO IL SAPORE
    COMPLIMENTI SEI BRAVISSIMA
    BACIONI E BUONA RIPRESA
    KATYA

    RispondiElimina
  15. adoro le vellutate,sono leggere e confortanti,irei!Mi sa mi sa che domani ne faccio una!
    Ciao tiziana!

    RispondiElimina
  16. Tiziana ..primero coge tu PREMIO AMISTAD que tienes en mi blog ..y disfrutalo ...esta receta es muy interesante y de categoria con las vieiras ..ummm estupenda ..besos MARIMI

    RispondiElimina
  17. Questi sono i piatti che preferisco, li chiamo piatti unici, tutto il più buono in una vellutata, poi sai che le capesante sono la mia passione vero?
    Ciao Tiziana, trascorri un sereno fine settimana.

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!
I commenti contenenti link o pubblicità verranno rimossi.