Tutte le ricette, se non altrimenti specificato, sono per 4 persone

lunedì 28 febbraio 2011

Auguri mamma!!



Oggi la mia mamma compie gli anni....per l'esattezza 50!! Mezzo secolo....ma non li dimostra affatto, anche se non si tinge i capelli e li ha di un bel "sale e pepe" sembra comunque una ragazzina...
La mia mammina, come la chiamavo da piccola...la persona che probabilmente mi vuole più bene al mondo, e che devo ringraziare perchè per merito suo, solo suo visto che mi ha cresciuta da sola, sono diventata la persona che sono...sensibile, attenta, capace di farcela, o di provarci sempre! Nonostante fosse una ragazzina, quando ero piccina mi ha dato tutto l'amore che si può...anzi forse di più..gli anni trascorsi solo noi due sono tra i miei ricordi più belli..e poi mi ha fatto un gran regalo, che da bimba le ho chiesto più e più volte: una sorella. E anche se abbiamo cambiato città, vita, e non sempre le cose sono andate per il verso giusto, lontane o vicine, lei e mia sorella (e i nonni) sono la mia famiglia...fanno parte di me, in ogni momento. In più ora ha trovato la felicità che si merita,quando la guardo ritrovo gli occhi di quella ragazza che giocava con me con le barbie....ha trovato tanto amore e anche una cagnolina!!
Quindi tanti tanti auguri MAMMA!!



Queta è la torta che le ho regalato, è una cheesecake alla robiola, con il fondo di pan di spagna e margherite di pasta di zucchero..



INGREDIENTI per il cheesecake:
300 gr di robiola - 100 gr di zucchero a velo + un cucchiaio - 250 ml di panna fresca - 15 gr di gelatina in fogli

PREPARAZIONE:
Mettete la gelatina a bagno in acqua fredda per 10 minuti. Intanto lavorate in unacitola la robiola con lo zucchero a velo, fino a che diventi bella cremosa. Scaldate in un pentolino poca panna, e poi scioglietevi la gelatina ben strizzata. Fate raffredare, poi unite al composto di robiola. Montate la panna rimasta a neve con un cucchiaio di zucchero a velo e unitela alla crema di formagio.
Versate il tutto in uno stampo con il fondo coperto da un disco di pan di spagna, e mettete in frigo per qualche ora. Decorate a piacere!

sabato 26 febbraio 2011

Calice di chantilly con ananas e savoiardi




Buongiorno a tutti e un buon fine settimana!! Il mio week end è iniziato alla grande, ieri sera sono stata ad un corso alla scuola alberghiera!! Tema: antipasti finger food....è stato meraviglioso, mi sono divertita tantissimo e abbiamo preparato delle ricette davvero sfiziose!! Forse prossimamente riuscirò ad avere un po' di foto, e comunque ho avuto il permesso dal nostro Prof-Chef di rifarle a casa e postarle qui nel blog! Quindi pian pianino ve le proporrò....oggi invece, come promesso, anche se un pochino in ritardo, vi lascio il dolce che ho preparato al mio amore la sera di San Valentino...



INGREDIENTI:
125 gr di zucchero - 65 gr di farina - 500 ml di latte - 2 tuorli + 1 uovo intero - mezza stecca di vaniglia - 250 ml di panna fresca - 4 fette di ananas sciroppato - due savoiardi - 2 cucchiai di zucchero a velo

PREPARAZIONE:
Preparate la crema chantilly, mettete il latte sul fuoco, intanto unite lo zucchero con i tuorli e l'uovo intero e mescolate con una frusta, incorporate la farina e mescolate bene. Versate il latte sul composto, mescolate per bene il tutto, travasate nuovamente nella pentola e portate a bollore. Fate bollire almeno 2 minuti, per cuocere la farina, sempre mescolando, poi travasate in una ciotola di vetro e fate raffreddare, mescolando di tanto in tanto per non fare formare la pellicina in superficie.Una volta che la crema si sarà raffreddata bene, montate la panna con lo zucchero a velo, unite poi panna e crema mescolando delicatamente.
Tagliate le fettine di ananas a pezzettini, poi iniziate a comporre i calici, sistemando un po' di ananas in ognuno, la crema chantilly, un pezzetto di savoiardo imbevuto nello sciroppo dell'ananas, un altro po' di crema e terminate con un pezzetto di savoiardo (io ho usato dei savoiardi artigianali, prodotti in sardegna, sono buonissimi e molto morbidi).
Ecco fatto, il dolcino è pronto!! 
A prestissimo!!

giovedì 24 febbraio 2011

Tartine & co.



Lo scorso sabato avevo degli amici a cena.. Non c'è niente di meglio che una bella serata attorno alla tavola in compagnia...magari mangiando anche dei piatti sfiziosi!!
Il menù prevedeva un antipasto composto da due tipi di tartine, dei vol-au-vent, e la torta salata che trovate
QUI. Per proseguire poi con del filetto al pepe rosa, che non sono riuscita a fotografare, quindi lo rifarò più avanti, (anche perchè era ottimo), e per finire una bellissima e buonissima torta, pan di spagna farcito con crema di mascarpone, preparato dalla mia amica Maria Grazia (la poetessa, che vi anticipo, mi ha dedicato una nuova poesia con tema la primavera....la posterò presto!!)
Mi sono sbizzarrita parecchio con le tartine, le ho pensate per due o tre giorni e ho voluto abbinare gusti un po' diversi tra loro per veder cosa saltava fuori....non saprei dirvi qual'era l'abbinamento migliore, ma di sicuro erano molto buone. Ringrazio moltissimo CASCINA SAN CASSIANO che mi ha omaggiata di alcuni dei loro splendidi prodotti, con cui ho potuto creare dei nuovi accostamenti di sapore.

Le prime tartine erano di pane di segale, con Mostarda di mele e zenzero di Cascina San Cassiano e scaglie di Pecorino Sardo Dop.




Poi, quelle di pane bianco con burro leggermente salato, salmone affumicato e una goccia di confettura extra di nespola (prodotta da un'azienda agricola della mia zona).



E per finire i vol-au-vent con Maionese all'aceto balsamico di Casnina San Cassiano e fragola....che mio marito ha adorato al primo assaggio!! (la preparazione dei vol-au-vent la trovate QUI)


Allora cosa dite? Vi piacciono? Qual'è il vostro accostamento preferito?
A presto con altre ricettine!!





martedì 22 febbraio 2011

Spiedini al pepe rosa, mandorle e nocciole



Ciao a tutti! Come sta andando la vostra settimana? La mia è parecchio piena....mi servirebbero delle giornate da 48 ore....e tanto tanto caffè!!!
Ma veniamo a noi....L'altra sera avevo in casa un filetto di maiale, ormai dovreste sapere che io uso spesso la carne di maiale, perchè è saporita ed economica, e ho deciso di fare degli spiedini, per il contest di


Devo dire che ho improvvisato....ma sono rimasta contenta, erano buonissimi e visto che non ne è rimasto nemmeno uno, direi che sono piaciuti anche ai miei uomini!!
Eccovi l'idea:

INGREDIENTI:
1 filetto di maiale - pepe rosa - mandorle a lamelle - granella di nocciola - olio evo - mezzo bicchiere di vino bianco fruttato - sale - panna fresca



PREPARAZIONE:
Mettete gli spiedi di legno a bagno in acqua tiepida per dieci minuti. Tagliate il filetto di maiale a dadi, e infilatene 5 per ogni spiedino. Pestate un cucchiaio di grani di pepe rosa, metteteli in un piatto grande con la granella di nocciola e le mandorle a lamelle. Mescolate il tutto e passate gli spiedini nel piatto, schiacciandoli un po' per fare aderire bene.
Fate scaldare un po' d'olio in una padella, adagiateci tutti gli spiedini e fateli rosolare da tutti i lati, poi unite il vino e fate sfumare, salate (io ho usato il sale nero di Cipro), e proseguite la cottura coperti. Poco prima di spegnere il fuoco, aggiungete un po' di panna fresca, rigirate per bene tutti gli spiedini, e terminate la cottura. 
Non vi ho dato le quantità, perchè non ho pesato nulla e dipende molto dal numero di spiedini che si vogliono fare.


lunedì 21 febbraio 2011

Fegato nella rete con cipolle stufate



Questa che vi lascio stasera è una ricetta di Flavio, ma devo dire che ho apprezzato moltissimo anche io e, con mia grande sorpresa, anche i bambini si sono leccati i baffi...anzi, se fosse stato un po' più abbondante non sarebbe comunque rimasto!!
Piatto povero, della tradizione contadina, veniva preparato nel giorno dell'uccisione del maiale, proprio in questo periodo (gennaio-febbraio)...il sapore è davvero ottimo, niente a che vedere, secondo me, con quello del fegato di vitello. La rete è il peritoneo del maiale, cioè una sottile membrana che riveste la cavità addominale.
Vi invito a provarlo, anche se avete qualche scetticismo, perchè ne vale davvero la pena...provare per credere!!

INGREDIENTI:
6 pezzi di fegato di maiale nella rete (io l'ho trovato già così dal macellaio, altrimenti dovete prenderli separatamente e poi avvolgere il fegato nella rete, dopo averla tenuta in acqua calda e poi asciugata)
olio evo - sale - 1 cipolla grande

PREPARAZIONE:
In una padella fate scaldare poco olio, poi adagiate il fegato già nella rete e fatelo cuocere a fuoco dolce, finchè non sarà ben dorato da entrambi i lati.

Intanto stufate la cipolla tagliata a fette, in un'altra padella con poco olio e un goccio d'acqua.



Salate e volendo pepate e servite caldi.
Molto  molto semplice, ma gustoso!!
Buona settimana a tutti voi!!

domenica 20 febbraio 2011

Una ricetta per Santa Lucia.....Plumcake ai frutti rossi



Buona domenica a tutti voi!! Oggi vi lascio questa ricetta che abbiamo trovato su GialloZafferano, e che ultimamente risolve molte delle nostre colazioni, perchè modificando qualche ingrediente si hanno molte varianti golosissime!! Per esempio, questa è quella con le gemme ai frutti rossi, che avevo trovato non so più dove, e che donano al plumcake un sapore e un profumo meravigliosi...oppure si possono aggiungere gocce di cioccolato, o pistacchi....beh, usate la vostra fantasia!! I miei bambini ne vanno matti....un plumcake dura solo un giorno...
Con questa ricetta ho pensato di partecipare alla raccolta di Cooking planner dedicata alla Fondazione Santa Lucia di Roma, dove medici e fisioterapisti lavorano con passione per aiutare tanti bambini con difficoltà, e che purtroppo rischia di chiudere per mancanza di fondi. Vi invito comunque ad andare a dare un'occhiata QUI, proprio al post di Caris che ha organizzato questa bella raccolta.




INGREDIENTI:
280 gr di farina - 2 uova - una bustina di lievito per dolci - una bustina di vanillina - 400 ml di yogurt bianco intero - 125 gr di zucchero a velo - 40 gr di burro - 80 gr di olio di semi di girasole - 1 scatolina di gemme di frutti rossi - un pizzico di sale



PREPARAZIONE:
In una ciotola unite lo yogurt, lo zucchero, il burro fuso freddo, l'olio e le uova e mescolate il tutto con uno sbattitore. Aggiungete la vanillina e mescolate, poi unite la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale.
Continuate a mescolare, fino ad ottenere un impasto omogeneo e colloso. (Se volete un risultato più compatto, fate appena intepidire il vostro forno e metteteci a riposare l’impasto ottenuto per almeno 1 ora e mezza; trascorso il tempo necessario, l’impasto avrà perso parte della sua collosità e sarà diventato più cremoso e compatto).
Imburrate lo stampo da plumcake e riempitelo fino a 3 quarti, infornate a forno già caldo, a 180 gradi per circa 40 minuti.
Se vi va, servitelo a fettine accompagnate da un po' di panna semimontata!!

sabato 19 febbraio 2011

...Messico e tacos

Buon sabato a tutti!! Sono appena rientrata da una bella passeggiata in cenro con mio marito....fa freddino, ma è bello camminare e guardare qualche vetrina e le bancarelle del mercato....
Vi lascio una ricetta veloce, in attesa delle preparazioni di questo fine settimana...

Qualche giorno fa abbiamo pensato di cenare con i tacos.....e credo che lo rifaremo ogni tanto, perchè ci sono piaciuti un sacco!!! Anche i bambini hanno abbondato con la salsa piccantina!!
Al super ho trovato una confezione con dentro 12 tacos gia pronti, una bustina di spezie per la carne e la salsa piccante messicana.....non potevo non provare, anche se la prossima volta vorrei provare a fare tutto in casa...
Al contenuto della confezione ho aggiunto 500 gr di macinato misto, la lattuga, i pomodori  e del formaggio grattuggiato...ed eccovi il risultato



INGREDIENTI:
12 taco shell - mix di spezie per tacos (paprika, peperoncino, cumini curcuma ecc..) - 500 gr di carne macinata mista - lattuga - pomodori - 130 gr di formaggio grattuggiato (del tipo che preferite) - salsa messicana piccantina - olio evo

PREPARAZIONE:
Rosolate la carne in untegame con poco olio, unite le spezie, poca acqua e fate cuocere per una decina di minuti, mescolando ogni tanto. Lavate l'insalata, e i pomodori e tagliateli a dadini.
Fate scaldare i tacos al microonde per uno/due minuti, o nel forno tradizionale a 180 gradi, poi farciteli con la carne, i pomodori a dadini, qualche striscia di lttuga e il formaggio grattugiato.
Adagiate i tacos su qualche foglia di lattuga e accompagnateli con la salsa piccante!!


giovedì 17 febbraio 2011

Coniglio saporito con Olive Taggiasche



Ciao, come state? Io bene, ieri sera è iniziato il corso di pasticceria avanzato!! Mi piace davvero moltissimo!
Stasera volevo lasciarvi questa ricetta, a me cara, perchè fin da bambina, mia nonna o mia mamma preparavano il coniglio, nel tegame (anche di coccio) con le olive Taggiasche (quando abitavamo ancora in Liguria). Quindi questo diciamo che è il piatto che forse posso definire come quello di famiglia..
Tra l'altro, lo scorso Natale, la mia Amica Cristina mi ha regalato un "vaso" di olive proprio comprate ad Arma di Taggia, che aspettavano proprio di essere usate in una ricetta come questa!!
Ma vediamo anche qualche informazione, che ho trovato sul web, relativa a queste olive:

l'oliva Taggiasca è una cultivardi olivo tipica della Riviera Ligure.
È così chiamata perché arrivò a Taggia, portata dai monaci di San Colombano provenienti dall'isola monastero di Lerino. Gli innesti di oliva taggiasca furono nei secoli portati in tutta Italia, sebbene la coltivazione maggiore sia sempre rimasta nella provincia di Imperia, ed oggi risulta essere una delle più rinomate olive per produzione di olio extravergine, ed una delle migliori olive da mensa, poiché il frutto, nonostante le ridotte dimensioni, è molto gustoso.
Il frutto, di forma ovoidale, produce un olio di colore giallo (giallo-verde nel Savonese), dal odore di fruttato maturo e sapore anche fruttato con sensazione decisa di dolce. Dal 1997è stato istituita la denominazione di origine protetta legata ad un olio extravergine di oliva.
Si utilizza in gastronomia in molti dei piatti liguri a base sia di carne che di pesce, in particolare gli umidi. Tra questi, i più conosciuti: coniglio in umido alla ligure (o alla sanremese), agnello alle olive, roast-beef alla salsa di olive, baccalà alla levantina, cappunadda, olive in salamoia.

La mia ricetta non è quella del coniglio alla ligure, ma credo che vi piacerà ugualmente!!

INGREDIENTI:
1 coniglio (circa 1 kg e 600 grammi) -1 cipolla piccola - 1 bicchiere di vino bianco - mezzo limone - olive Taggiasche - olio extravergine - sale - 2 rametti di rosmarino


PREPARAZIONE:
Lavate il coniglio, asciugatelo e tagliatelo a pezzi (oppure fatelo fare al macellaio). In un tegame (io ho usato quello in porcellana che mi ha regalato mio marito) fate appassire la cipolla tritata finemente con poco olio. Unite i pezzi di coniglio (tenendo da parte il fegato, il cuore ecc..) e fateli rosolare bene. Aggiungete il vino e fatelo sfumare, salate e cuocete per circa 3 quarti d'ora. Unite poi il rosmarino, il succo di limone e le olive Taggiasche, e terminate la cottura.




martedì 15 febbraio 2011

Muffin al Limone e Semi di Papavero



Per la merenda di domenica scorsa, ho preparato questi muffin al limone...decisamente profumati!
Ho finalmente usato lo stampo da 12 della GUARDINI, comodissimo, con già una serie di pirottini nella confezione!


La ricetta arriva dal libricino da dove ho preso i cupcakes Foresta Nera postati qualche giorno fa, però stavolta ho apportato qualche modifica, quindi vi lascio le mie dosi..

INGREDIENTI:
150 gr di farina 00 - 50 gr di farina integrale - mezza bustina di lievito - 30 gr di farina di mandorle - 20 gr di semi di papavero di MONDO SPEZIE - 130 gr di burro ammorbidito - 100 gr di zucchero semolato - 40 gr di zucchero di canna - scorza di limone grattiggiata - succo di mezzo limone - 2 uova - sale

PREPARAZIONE:
Accendete il forno a 180 gradi e preparate lo stampo da muffin con i pirottini.
Setacciate in una ciotola le farine con il lievito e un pizzico di sale, unite la farina di mandorle e i semi di papavero. In un'altra ciotola lavorate con la frusta il burro morbido con i due tipi di zucchero, unite la scorza di limone e poi le uova una alla volta. Aggiungete gli ingredienti secchi, il latte e il succo di limone e mescolate velocemente (se usate il frullatore, fate quest'ultima operazione alla velocità più bassa).
Versate l'impasto nei pirottini fino a tre quarti, poi infornate per 20/25 minuti.



Con queste dosi ne sono venuti ben 24!!
A presto con altre ricettine!! Ciao

lunedì 14 febbraio 2011

Insalata di polpo con le patate....e premio Arte y pico



Buon San Valentino!! Ho curiosato un po' nei bei blog che seguo e ho visto delle meravigliose torte e dei piatti bellissimi proprio per festeggiare questo giorno degli innamorati! Io preparerò tra poco un dolcino per il mio amore....spero che gli piaccia!! Intanto vi lascio questa ricetta...

Classico dei classici, polpo con le patate...e a casa mia tutti sono contenti!! In estate è il massimo, un'insalata bella fresca, ma anche in inverno non è male, magari tiepida con dei crostini di pane caldo....cosa ne dite?!

INGREDIENTI:
1 polpo da circa 1 kg (o 2 piccoli) - 3/4 patate grandi - olio evo - limone - sale - prezzemolo



PREPARAZIONE:
Se il polpo non è già pulito dovete farlo da voi, bisogna svuotare la sacca, togliere il dente e gli occhi. Io ho chiesto al pescivendolo :-)
Mettete il polpo in un tegame capiente, aggiungete due "giri" di olio extravergine e il succo di un limone. Io non metto acqua, il polpo piano piano lascerà un po' di liquido che sarà sufficiente per non farlo attaccare al tegame, se preferite potete comunque aggiungere un bicchire d'acqua. Cuocete a fuoco basso per circa 40/45 minuti. Nel frattempo lavate le patate e spazzolatele, poi lessatele con la buccia per una ventina di minuti, e comunque fino a quando non riuscite ad infilzarle bene con la forchetta. Poi scolatele, fatele raffreddare un pochino, sbucciatele e tagliatele a tocchetti.
Quando il polpo sarà cotto, tiratelo via dal tegame e tagliatelo a pezzetti, unitelo alle patate, mescolate il tutto e condite con il sughetto di cottura del polpo e una spolverata di prezzemolo. Se occorre aggiustate di sale, io di solito non lo metto perchè il sughetto è molto saporito.

Oggi vorrei anche ringraziare MARIMI per aver pensato anche a me per il premio ARTE Y PICO


Dovrei scegliere 5 blog meritevoli di questo premio, ma secondo me siete tutte/i bravissimi, quindi lo dedico a ognuno di voi!!

domenica 13 febbraio 2011

Crema di Barbabietola Rossa




Ciao a tutti e buona domenica! Vi ricordate del mio saccheggio in edicola della scorsa settimana!? Ecco, appena ho visto questa ricetta sul numero di Cucina Moderna di febbraio, ho pensato al contest della Cuochina Sopraffina, quindi ho deciso di provare, anche perchè a me piace molto la barbabietola o rapa rossa, e non mi era mai venuto in mente di poterla usare per fare una crema.
Vi riporto la ricetta originale, credo si possa, visto che è comunque già pubblicata sul giornale..

INGREDIENTI:
300 gr di patate - 1 cipolla - 600 gr di barbabietole precotte - 1 litro di brodo vegetale - 1 limone non trattato - 100 gr di yogurt magro - erba cipollina 5/6 steli (io non l'ho messa perchè non l'ho trovata fresca)
olio extravergine di oliva - sale - pepe

PREPARAZIONE:
Affettate la cipolla e rosolatela con 2 cucchiai di olio. Aggiungete le patate e le barbabietole tagliate a tocchetti, cuocete per due minuti, unite il brodo caldo, coprite con il coperchio e cuocete la zuppa per circa 30 minuti.
Nel frattempo grattuggiate la scorza del limone e spremetene il succo.
Spegnete il fuoco, regolate di sale, aggiungete la scorza e il succo di limone e frullate con il mixer a immersione. Suddividete la crema ottenuta in quattro ciotole. Aspirate lo yogurt con una siringa (io ho usato una cannuccia) e fatelo cadere a gocce sulla zuppa. Con uno stecchino collegate le gocce in modo da formare un decoro. Spolverizzate con l'erba cipollina (se la trovate) tagliuzzata con le forbici e una macinata di pepe e servite.



Visto il bellissimo colore rosso, con questa ricetta ho pensato di partecipare al contest di LA CUOCHINA SOPRAFFINA 

sabato 12 febbraio 2011

Fusilloni del Mare



Oggi un primo piatto colorato....pomodorini e peperoni e tanto pesce!
Il formato di pasta che ho usato è molto carino, sono dei mega fusilli, che stanno divinamente insieme al questo sugo ricco di tanti tipi di pesce diversi.

INGREDIENTI:
Circa 700 gr pesce misto formato da vongole e cozze, filetto di merluzzo e salmone a tocchetti, gamberi, calamari, totani e polpa di granchio - pomodorini ciliegia - mezzo peperone rosso - mezza cipolla - olio evo -
scorza di limone - mezzo bicchiere di vino bianco - sale rosa - pasta di semola del formato che preferite (io fusilloni)



PREPARAZIONE:
In una padella capiente (io ho usato quella nuova di Pedrini) fate appassire mezza cipolla tagliata finemente con poco olio extravergine. Unite il peperone rosso tagliato a tocchetti e fate cuocere a fuoco vivo qualche minuto prima di aggiungere i pomodorini tagliati in quattro. Quando il peperone sarà quasi cotto, unite il pesce (in teoria il pesce andrebbe cotto in una padella a parte e unito al sughetto di peperoni e pomodori solo alla fine, ma visto che sono poche porzioni e che a casa non abbiamo delle cucine con fornelli spaziosissimi, penso proprio che si possa cuocere anche tutto insieme). Aggiungete il vino bianco e fatelo sfumare, aggiustate di sale e terminate la cottura per pochi minuti. Intanto lessate la pasta, scolatela, unitela al sugo, mescolate bene o saltate il tutto e poi aggiungete un po' di scorza di limone grattuggiata.


Con questa ricetta ho pensato di partecipare al contest di BURRO E MIELE



venerdì 11 febbraio 2011

Crostatine di sfoglia con marmellata di melone


Ciao!! Oggi vi lascio queste dolcissime crostatine, che ho preparato qualche giorno fa per la merenda.
Ho usato davvero pochissimi ingredienti, visto che la pasta sfoglia era quella già pronta!! La marmellata di melone l'ho trovata in un'azienda agricola vicino a casa, e visto che io sono golosa di melone e l'estate è ancora lontana, non ho saputo resistere e ne ho comprato un barattolo!
Sono andate ovviamente a ruba!!

INGREDIENTI:
2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare - marmellata di melone - zucchero a velo

PREPARAZIONE:
Accendete il forno a 180 gradi.
Dividete la pasta sfoglia in rettangoli delle stesse dimensioni, poi su metà dei rettangoli spalmate la marmellata. Sui rimanenti rettangoli di pasta praticate dei tagli, io ho usato il rullo per losanghe di GP&me, poi sovrapponeteli a quelli con la marmellata, schiacciando un pochino per fare aderire la pasta.
Infornate per circa 15/20 minuti, e comunque fino a doratura, poi fate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo!!



Finalmente è venerdì, quindi nei prossimi due giorni riuscirò ad essere un pochino più presente anche nei vostri blog....a presto!!

giovedì 10 febbraio 2011

Belle sorprese da Guardini



La scorsa settimana mi è arrivato un pacco dalla GUARDINI, azienda italiana che da più di 50 anni crea meravigliosi stampi da forno.
Adesso ho lo stampo da muffin, che mi mancava, una tortiera cannelata con rivestimento in teflon della linea MORGANE, uno stampo quadrato di un bellissimo rosa della linea PRIMAVERA, realizzato in acciaio Hi-Top con rivestimento antiaderente monostrato, gli stampi da forno della linea Primavera garantiscono ottimi risultati di cottura e di antiaderenza.
Il coppapasta a forma di cuore, per le ricettine di San Valentino, ideale per tagliare la pasta o per impiattare a piacimento riso, sformati di verdure, tartare, cucinati in modo originale, elegante e raffinato. Poi FETTE XFETTE, una tortiera in silicone con le fette già suddivise, consente quindi di preparare dolci a più gusti con una sola infornata o di decorare e guarnire in modi diversi le ricette più sfiziose. In puro silicone alimentare, gli stampi della collezione Formegolose® sono adatti al forno tradizionale, al freezer e al microonde, non temono il caldo ed il freddo, perché resistono a temperature da -40°C a +260°C., sono antiaderenti, flessibili, facili da pulire e da riporre dopo l'uso.
Ringrazio quindi questa azienda per la fiducia, e spero di presentarvi a breve delle belle ricette preparate con i loro stampi!!

mercoledì 9 febbraio 2011

Involtini con crudo, peperoni e semi di Kummel



L'altra sera avevo voglia di involtini...mi piacciono molto, ci si può sbizzarrire con il ripieno e diciamocelo, piuttosto che mettere in tavola la solita bistecchina, meglio tre o quattro belle fettine arrotolate!!
Avevo in casa del crudo saporito, delle sottilette e un peperone rosso che ha fatto la differenza...Ho messo solo qualche faldina per ogni fetta di carne, e la dolcezza del peperone ha regalato agli involtini un sapore unico!! Ho anche usato i semi di Kummel di MONDO SPEZIE per insaporire e dare un profumo in più.
Proprio nel loro sito ho trovato delle informazioni su questa spezia, ricavata da una pianta biennale della famiglia delle ombrellifere. I frutti vengono essiccati e lasciati maturare completamente in modo che si sviluppi l’aroma caratteristico aspro ed un po’ piccante. In cucina è largamente utilizzato nelle preparazioni come l’arrosto di maiale, nei crauti e cavoli rossi, nei knodel ed in ogni tipo di pane. A me piace molto, ha un profumo che mi ricorda qualcosa di bello, anche se non ho ancora messo a fuoco cosa....
Vi lascio gli ingredienti senza quantità, perchè non ho pesato nulla, ma credo che se vorrete provare non avrete difficoltà!

INGREDIENTI:
Fettine di lombo di maiale (o altra carne a piacere) - prosciutto crudo saporito - sottilette - peperone rosso -
olio evo - semi di kummel - sale - vino bianco




PREPARAZIONE:
Preparate gli involtini sistemando in ogni fetta di carne una fettina di crudo, un quarto di sottiletta e una faldina di peperone. Chiudete con uno o due stuzzicadenti.
In una padella fate scaldare poco olio extravergine, poi sistemate gli involtini e fateli rosolare per qualche minuto, unite il vino bianco, fate sfumare, aggiungete i semi di kummel (o altra spezie che vi piace), regolate di sale e terminate la cottura a fuoco basso.

lunedì 7 febbraio 2011

Cupcakes Foresta Nera



Ciao e buon inizio settimana a tutti voi!
La scorsa settimana ho fatto una cosa che non facevo da tantissimo tempo...ho svaligiato l'edicola!! Finito di lavorare mi sono fermata lungo la strada, nel tragitto per andare al market a far la spesa, e ho comprato non so quanti giornali...ovviamente di cucina! Con uno di questi c'era allegato un libricino bellissimo dal titolo:
Muffin e cupcakes....davvero delizioso!!
Così ieri ho deciso di provare, pian piano, a fare tutte le ricettine di questo libretto e ho deciso di iniziare con questi cupcakes ispirati alla famosa torta Foresta Nera.....vi dico solo che sono venuti fuori 19 tortini, e non sono arrivati a oggi!!
Vi riporto la ricetta e le istruzioni del libro, con le poche varianti che ho apportato tra parentesi.

INGREDIENTI:
per i tortini: 90 gr di cioccolato fondente tritato grossolanamente - 5 cucchiai di panna leggera - 150 gr di farina 00 - 2 cucchiai di cacao in polvere - 80 gr di burro morbido - 200 gr di zucchero semolato - 2 uova grosse - 2 cucchiai di brandy alla ciliegia (io non l'ho messo) - 125 gr di ciliegie al maraschino tritate grossolanamente (io ne ho messe 80 gr) - 1 cucchiaio di lievito per dolci - sale
per la guarnizione: 150 ml di panna fresca (io 200 ml) - 2 cucchiai di zucchero a velo - 1/2 cucchiaio di brandy alla ciliegia (io non l'ho messo) - scagliette di cioccolato fondente - ciliegie al maraschino per decorare

PREPARAZIONE:
Scaldate il forno a 170 gradi. Riducete le ciliegie a pezzetti piccoli ed eliminate il nocciolo.
Fate fondere il cioccolato con i cinque cucchiai di panna a bagnomaria, mescolando. Togliete dal fuoco e fate raffreddare. (Io ho usato il microonde). Setacciate la farina, il cacao, il lievito e un pizzico di sale. Lavorate con le fruste elettriche in una ciotola il burro ammorbidito con lo zucchero, a velocità medio alta, fino ad ottenere una crema chiara. Incorporate le uova, una alla volta, mescolando un poco. Abbassate al minimo la velocità delle fruste e unite gli ingredienti secchi, il cioccolato fuso, il brandy (se lo usate) e suppongo le ciliegie sminuzzate (suppongo perchè nel libro non è specificato quando vanno usate).
Versate il composto nello stampo da muffin (io ho quello della Guardini) rivestito con i pirottini di carta, fino a 3 quarti e fate cuocere i tortini per 20-25 minuti, finchè sono dorati e consistenti al tatto. Lasciateli raffreddare completamente.
Montate la panna in una ciotola, quando comincia ad addensarsi incorporate poco a poco lo zucchero a velo, poi il brandy alla ciliegia (se lo usate, io ho evitato per i bambini). Guarnite ogni tortino con la panna e il cioccolato a scaglie, e per i grandi con 3 ciliegie al maraschino sgocciolate bene.


N.B. Questi tortini tendono a lievitare parecchio e poi scendono un po', non so se è un problema del mio forno o qualcos'altro, ma una volta decorati con la panna hanno un aspetto molto carino, e sono buonissimi!!

A presto con una nuova ricetta!!

sabato 5 febbraio 2011

Code di Gamberi su crema di Broccoletti





Ciao!! Come state? Io meglio...finalmente è arrivato il fine settimana e, accantonati per un po' i doveri lavorativi, mi posso dedicare alla casa e alla cucina...
Oggi vi lascio questa ricetta, la sfida era far mangiare i broccoli ai miei figli, senza troppe "storie"...la sfida è stata vinta!!!
Buon week end!!

INGREDIENTI:
16 code di gamberi - 300 gr di cime di broccoletti - 250 gr panna da cucina - sale - pepe - olio evo - mezza cipolla rossa - brodo vegetale - peperoncino - prezzemolo



PREPARAZIONE:
Dividete i broccoletti in cimette, lavateli, scolateli e cuoceteli al vapore lasciando leggermente indietro la cottura. In un tegame fate appassire la cipolla, tagliata finemente, e poi unite le cime di broccoletti, salate e pepate e fate insaporire per qualche minuto, aggiungendo un po' di brodo, oppure un po' d'acqua della cottura al vapore dei broccoletti. Sgusciate i gamberi, lasciando solo la codina, togliete il filo nero e rosolateli in una padella con poco olio extravergine e peperoncino a piacere, poi teneteli in caldo. Passate i broccoli e la cipolla con il mixer o il frullatore a immersione e unite la panna da cucina.
Sistemate la crema sui piatti, adagiate le code di gamberi...un filo d'olio, una spolverata di prezzemolo e via!!

mercoledì 2 febbraio 2011

Filetto di tonno al sesamo



Eccovi qua, stasera, la seconda ricettina preparata sabato scorso con il filetto di tonno che aveva comprato mio marito...è un piatto semplicissimo, buono e che è piaciuto molto anche ai bambini, che così hanno mangiato anche un po' di pesce....fa estremamente bene no!?!

INGREDIENTI:
500 gr di filetto di tonno - semi di sesamo - 1 arancia - mezzo limone - olio evo - sale - pepe



PREPARAZIONE:
Tagliate il filetto a cubotti, mettetelo in una ciotola e irrorate con il succo dell'arancia e del limone e l'olio, salate un pochino e pepate poi mescolate. Lasciate riposare per un po', mescolando di tanto in tanto.
Mettete una padella sul fuoco e fatela scaldare bene, scolate i cubotti passateli nel sesamo e scottateli nella padella per qualche minuto, aggiustate di sale se occorre e servite!!