.

.

martedì 31 dicembre 2019

Aspettando il 2020



Ed eccomi qui come ogni anno a fine anno..
Il detto recita: "anno nuovo, vita nuova.." Io direi giorno nuovo vita nuova...
Non è sicuramente lo scoccare della mezzanotte di San Silvestro che cambia la vita delle persone. Non può essere una pagina di calendario..
Personalmente, il cambiamento della mia vita è iniziato con un viaggio, quello a Barcellona due anni e mezzo fa, non so esattamente come e cosa sia scattato ma è iniziato allora e sta continuando giorno dopo giorno. Non è un cambiamento radicale o visibile a tutti, ma sicuramente chi mi conosce bene lo avrà notato. E' un cambiamento emotivo, interiore e se vogliamo anche spirituale, per me davvero notevole. Un amico, tanti tanti anni fa, da bambini, mi disse che un giorno da anatroccolo sarei diventata un cigno, credo proprio che sia quello che sta succedendo. Ovviamente, nel mio caso, non parlo di bellezza ma di una metamorfosi dell'anima. Prendere coscienza di chi sono, di quali sono le mie priorità, le cose e le persone veramente importanti della mia vita...e ogni giorno, ogni momento questa sensazione, questa consapevolezza si fanno sempre più chiare.
Il 2019 lo considero un anno di transizione... Lavorativamente difficile, azzarderei proprio a dire un anno di crisi, ma nonostante le difficoltà, il poco lavoro, alcuni malumori, siamo andati avanti non senza soddisfazioni.
Nonostante la crisi, è stato l'anno in cui ho viaggiato di più, perché ormai ho capito che i soldi meglio spesi nella vita sono quelli usati per viaggiare. Non esiste nient'altro che arricchisca l'anima come un viaggio in un posto nuovo. Almeno per quanto mi riguarda! Quindi sono intenzionata a viaggiare il più possibile, almeno fino a quando avrò la possibilità di farlo!
E' stato l'anno in cui ho capito che è vitale prendersi del tempo per se stessi senza pensare che sia "rubato" ai tanti doveri, perché la vita non è solo un dovere, non è solo lavorare, non è solo responsabilità. Ho imparato che il silenzio è sacro, è rigenerante e tutti dovremmo ritagliarci dei momenti di assoluto silenzio per guardarci dentro..
L'anno della maggiore età per Andrea, che sta a significare che ho due figli ormai adulti, ma questo non significa che non resteranno sempre i miei bimbi... L'anno del decimo anniversario di matrimonio, che sommato ai restanti 14 fa 24 anni di vita condivisa con un uomo fantastico. La persona con la quale ho passato più tempo nella mia esistenza, che rende la vita facile anche quando di facile non c'è nulla...
Questo è stato forse l'anno che più di tutti mi ha insegnato che se si desidera veramente qualcosa, dal profondo, l'Universo trova un modo...
Mi sto dilungando, vero?!
Ok, allora come sempre per l'anno nuovo niente buoni propositi...solo la speranza di essere sempre supportata e sopportata dalle persone che amo e che mi amano e tanta gratitudine. Per la fortuna di avere una famiglia unita e di avere "accanto" persone meravigliose, accanto tra virgolette, perché la vicinanza è molto relativa (ecco un'altra cosa che ho imparato). Persone che CI SONO, nel modo più totale che si possa immaginare, sempre e comunque. Per ridere, per piangere, per scoprire, per condividere, per viaggiare... Persone che mi porto dentro, sempre, nel cuore e che sono come dei talismani! Senza le quali io non sarei niente...

Tantissimi auguri per un 2020 a gonfie vele!!!


3 commenti:

  1. Solo chi ha un cuore grande ed un'anima nobile può esprimere al meglio il concetto della vita! Sei unica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ribadisco Meli, senza tutti voi non sarei niente!

      Elimina
  2. La mia amica, lontana, ma sempre vicina. Non vedo l'ora che arrivi Marzo per abbracciarti

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!
I commenti contenenti link o pubblicità verranno rimossi.